Attilio Tesser: a quando la “big chance”?

Calcio
// Agosto 21, 2020

Attilio Tesser (Montebelluna, 10 giugno 1958) è attualmente il tecnico del Pordenone.
Inizia la carriera da allenatore nel 1992 al Sevegliano (campionato nazionale dilettanti) e bisogna dire che di strada in salita Mister Attilio Tesser ne ha fatta.
Nel 2005, dopo 13 anni di gavetta, arriva la grande chance, il Cagliari, la fantomatica serie A.
Un’opportunità incredibile, lo sa bene Mister Tesser. Ma l’inesperienza è dietro l’angolo e pur senza colpe, dopo due vittorie in coppa, una sconfitta in coppa ed una in campionato viene esonerato, si, avete capito bene, QUATTRO gare per la società cagliaritana sono state sufficienti per capire quanto fosse stata sbagliata la scelta del tecnico.
Ma Attilio Tesser è un allenatore con la A maiuscola e non è certo un esonero lampo a frenare i suoi sogni, conosce bene le sue capacità, si rimbocca le maniche e la stagione seguente vivrà migliori emozioni sulla panchina del Mantova in Serie B, 42 gare, finisce tredicesimo, una stagione senza ne alti ne bassi ma una società che lo ha messo in condizione di lavorare.
L’anno seguente va a Padova, in lega Pro (la attuale serie C), anche qui incontra una presidenza “particolare” QUATTRO presenze ed esonero lampo, una bastonata che avrebbe demotivato almeno il 50% degli allenatori, ma non Attilio Tesser, che attende la fine dell’anno per sposare un progetto, il Novara, sempre in lega pro.
Qui il mister ingrana la quarta, un moderno 4-4-2 ed un Novara inarrestabile che compie un impresa incredibile, vince la lega pro al primo colpo. Il Mister si affida allo stesso blocco e compie una seconda stagione da record, arriva terzo in serie B e vince i playoff, è SERIE A!
Due anni due promozioni, con lo stesso blocco!
Purtroppo la Serie A non va come dovrebbe e durante l’anno viene esonerato ma poi reintegrato, il giocattolo però e rotto e la squadra retrocede.
Qui penserete, a 55 anni, sarà giunta la grande occasione? Quale big si sarà accorta del valore di questo tecnico italiano? ben 6 allenatori stranieri sono presenti nella Serie A 2013/2014 (Diego Lopez, Vladimir Petkovic, Rafael Benitez, Rudi Garcia, Sinisa Mihajilovic, Clarence Seedorf), ma Attilio Tesser non trova squadra, accetterà la serie cadetta, prima Ternana e poi Avellino, per poi scendere in Serie C con la Cremonese nella stagione 2016/2017, dove vincerà il campionato portando la Cremonese in Serie B.
Infine nel 2018 per pochissimo non ripete l’impresa “Novara”, accetta un nuovo intrigante progetto a Pordenone, vincendo al primo colpo la serie C e arrivando quarto quest’anno, vicino alla doppia promozione, eliminato nel doppio confronto in semifinale dal Frosinone per un solo gol di differenza.
Ovviamente riconfermato sulla panchina del Pordenone (dove ha cambiato modulo in un 4-3-1-2), quest’anno potete scommettere su un’altra sua grandissima stagione.
A 62 anni compiuti, il Maestro Attilio Tesser non smette di far sognare i tifosi, ed auguro alla meravigliosa città di Pordenone di poter trionfare e raggiungere una storica Serie A insieme ad un tecnico di assoluto spessore.
AD MAIORA
Silvio Crisari
Head Coach National Norway Futsal Team
Categories
Calcio, Football